Black Friday: le migliori email da usare (5 campagne pronte all’uso)

modelli di email per black friday e cyber monday

Nel 2017 le vendite del Black Friday negli Stati Uniti [*hanno raccolto la cifra record di 7.9 miliardi di dollari di vendite – il 18% in più rispetto all’anno 2016. Se il trend continua così il Black Friday di quest’anno sarà ancora più grande e potrebbe rappresentare il giorno in cui venderai di più nella storia del tuo negozio o della tua attività.

E, dal momento che (nonostante qualcuno dica che sia morta) l’email marketing ha il tasso più alto di conversione rispetto a tutti gli altri canali di traffico per il Black Friday e Cyber Monday – stando alle statistiche di Shopify – è fondamentale che strutturi le tue campagne email rapidamente e nel modo giusto![*]

In questo articolo ti rivelerò:

5 CAMPAGNE EMAIL PER IL BLACK FRIDAY CHE PUOI COPIARE SENZA FATICA

Eccoci al dunque… queste sono le 5 campagne per la tua newsletter che puoi rubarmi istantaneamente e sfruttare per il Black Friday:

  1. Dritto al punto
  2. L’attesa mi sta uccidendo
  3. Scarsità
  4. Regalo
  5. Sorpresa, c’è di più!

1. LA EMAIL “DRITTO AL PUNTO”

Il primo modo per allettare i tuoi clienti è una mail super semplice di tipo WYSIWYG (ricevi quello che vedi).

Questa newsletter spedita dal negozio BB Dakota su Shopify usa lettere in grassetto per annunciare il loro sconto:

BB Dakota Shopify email black friday con sconto

Personalmente mi piace molto il “50% OFF” (sconto 50%) in grassetto e con carattere più grande che attira l’attenzione e invoglia il lettore a continuare la lettura e cliccare su “SHOP NOW”.

Non mi fa impazzire, invece, il codice sconto GET50 che fa pensare più a uno sconto generico che collegato proprio al Black Friday. Avrei personalmente usato qualcosa tipo BF50 che ricorda più l’occasione speciale a cui è correlata (o CM50 per il Cyber Monday, per esempio).

Scarica il Template “Dritto al Punto”

Ma andiamo avanti.

2. LA MAIL “L’ATTESA MI STA UCCIDENDO”

Hai mai comprato un gratta e vinci? Io no, ma ho ben presente quella sensazione che provi quando gratti ogni casella, aspettando di vedere se hai vinto o no. Puoi usare lo stesso tipo di suspence a tuo vantaggio per la newsletter promozionale del Black Friday!

Ecco come ha fatto Forever 21 (una catena di negozi di abbigliamento):

GIF showing a black friday promotion page

Hanno creato delle cartoline gratta e vinci virtuali per la loro campagna email del Black Friday. Per capire se hai vinto devi cliccare su “REVEAL YOUR OFFER NOW” e vedere a quale sconto hai diritto.

Suggerimento Avanzato: Puoi fare qualcosa di simile creando una GIF animata, segmentando la tua mailing e poi inviando a ciascuna una offerta differente (per esempio il 70% riceve uno sconto del 15%, il 20% del 20% e il 10% del 25%).

La gente ama le sorprese, l’azzardo e l’attesa di una ricompensa. Se fai così crei un’enorme curiosità tra quello che i tuo cliente sa e la risposta alla sua curiosità.[*]

Per natura l’uomo è portato a “chiudere il buco” tra quello che conosciamo e l’ignoto che ci sta attraendo. Pensa all’ultima volta che hai ricevuto una email da un’azienda che ti offriva un premio misterioso… Non morivi dalla voglia di cliccare sul link per sapere cosa avevi vinto?

Puoi farlo anche tu con le tue newsletter del Black Friday in questi modi:

  • Un gratta-e-vinci come quello usato da Forever 21
  • Un regalo a sorpresa per ciascun ordine
  • L’annuncio di un nuovo prodotto in esclusiva

Qualunque metodo deciderai di sfruttare, non dimenticarti di aggiungere anche questa email.

3. LA MAIL DI “SCARSITA'”

Da sempre la scarsità è stata un cavallo di battaglia degli ecommerce per chiudere più vendite. Ma come puoi rendere la tua promozione per il Black Friday meno scontata, sfruttando la scarsità?

Sfrutta parole come…

  • Solo per un tempo limitato
  • Solo per oggi
  • Fino al termine delle scorte
  • Solo per X giorni
  • Fino a mezzanotte
  • Ultima possibilità

…per ottenere più vendite in questo periodo di vacanze.

Cerchi qualche esempio? Eccolo qua, direttamente da una delle email di Not On The High Street:

Screenshot showing a black friday promo email

Hanno deciso di usare lettere maiuscole in rosso per mostrare che la vendita FINISCE A MEZZANOTTE. La ribadiscono e ti mettono fretta dicendo che è your last chance to fill your baskets (l’ultima volta per riempire il tuo carrello).

Buono anche il pulsante con la CTA “SHOP TO 50% OFF”, ma lo avrei fatto con un font più grande perché rischia di perdersi in mezzo al resto del testo molto più grande… 4 o 6 punti in più gli avrebbero giovato, senza cambiare i colori che staccano bene e richiamano all’azione.

Scarica il Template “Scarsità”

Finora hai visto alcune vere campagne email per il Black Friday, ma questa è ancora più unica ed efficace rispetto a tutto il resto…

4. LA MAIL “OMAGGIO”

Se vuoi comprare qualcosa gli sconti sono un’ottima tecnica MA rischiano di erodere i tuoi margini e attrarre clienti attenti a spendere poco. Per questo c’è un modo decisamente migliore (specie se lo usi alternandolo agli altri) per incrementare vendite e utili.

I regali sono l’ingrediente segreto per una strepitosa campagna email collegata a un periodo di vacanza come il Black Friday per gli Americani e a qualche breve “ponte” per noi italiani (festa della repubblica, 1° maggio, ognissanti, S. Ambrogio per i milanesi…)

Dai un’occhiata a questa email di Kustom Products:

Screenshot showing black friday promotional images

I regali speciali ti permettono di portare nuove vendite senza tagliare troppo i profitti per via di sconti eccessivi.

Se vendi infoprodotti puoi creare un pacchetto speciale che include dei bonus esclusivi e normalmente non disponibili, senza metterlo in vendita al 50% come fanno la gran parte dei marketer (anche perché rischi che la gente aspetti queste svendite per comprare la tua roba a prezzo stracciato).

Suggerimento Avanzato: Non devi avere dei regali super costosi. Vai nell’ordine di 1-100€ o quello che ti puoi permettere in funzione del tipo di acquisto medio dei tuoi clienti. Fai sempre i conti per capire quali sono i tuoi margini di profitto su un ordine medio per essere sicuro di non perderci soldi.

Ecco alcune idee per i regali:

  • Prodotti
  • Carte regalo
  • Prodotti di altre persone (puoi creare delle partnership per un’efficacia ancora maggiore)
  • Possibilità di vincere un viaggio/soggiorno

Scarica i Template “Regalo”

Ok, ti sei fatto un’idea, ma se il Black Friday è quasi alla fine e non sei riuscito a vendere quanto ti aspettavi? Allora prova questo…

5. LA MAIL “SORPRESA! NON È FINITA”

Se tutto il resto fallisce puoi sorprendere il tuo pubblico estendendo il tuo Black Friday o Cyber Monday (il lunedì dopo il black friday, spesso usato per vendere materiale elettronico) di un giorno o due.

Ecco, per esempio, cosa hanno fatto di nuovo quelli di Forever 21:

Screenshot showing a black friday promo banner

Forever21 fa sentire speciali gli iscritti alla sua newsletter con il codice sconto VIP25. Potrebbero addirittura aver scelto di inviare questa promozione solo a una parte della loro newsletter (chi ha comprato… per stimolarli ancora, oppure chi NON ha comprato per vedere se si sblocca, o entrambi per capire quale dei due risponde meglio a questo tipo di promozione).

Questo tipo di email sono ottime perché ti consentono di usare la scarsità durante il giorno del Black Friday (dicendo che “gli sconti terminano a mezzanotte” o quando vuoi tu) ma poi raccolgono nuove vendite dalle persone che dovevano lavorare o erano distratte o che, semplicemente, non hanno avuto l’occasione di comprare durante quel periodo ristretto.

Due suggerimenti per far funzionare bene questo tipo di campagne:

  1. Non dire alla gente che la prolungherai se non DOPO che è finita (la prima parte delle offerte) altrimenti la gente potrebbe decidere di aspettare e tu perdere clienti.
  2. Non usare questa tattica troppo spesso e alternala con qualcun altra per non abituare il tuo pubblico.

Questo è quello che riuarda le migliori campagne per le tue newsletter email del Black Friday, Cyber Monday o altri eventi speciali! Ma c’è ancora molto che puoi fare per massimizzare le tue vendite, perché nessuno comprerà nulla da te a se non APRE le tue email.

3 TITOLI PER OTTENERE FINO AL 26% DI APERTURE DELLE TUE EMAIL

L’oggetto della tua email è senza dubbio più importante della tua offerta, della grafica o di qualunque altra cosa. Se il titolo non interessa i tuoi potenziali clienti… li ha persi ancor prima di cominciare!

Ecco alcuni segreti per indurre ad aprire ancora di più le tue newsletter email nei periodi di festa/promozionali:

1. USA QUESTE “PAROLE POTENTI”

Le “parole potenti” sono parole che suscitano certe emozioni nei tuoi clienti e li inducono a mettersi in moto e compiere un’azione.

Alcuni esempi che puoi usare sono…

  • Offerta
  • Gratis
  • Sconto %
  • 1+1 (buy 1 get 1 free)
  • Eccitante
  • Esclusivo
  • Segreto

Roba semplice ma molto efficace e dritta al punto.

2. PERSONALIZZA, PERSONALIZZA, PERSONALIZZA

Sapevi che, stando a uno studio[*], i tassi di apertura delle tue email possono aumentare fino al 26% sfruttando dei titoli personalizzati?

Basta aggiungere il nome dell’iscritto alla tua newsletter al soggetto dell’email per farla risaltare in mezzo alle decine che ricevi ogni giorno e aumentare la probabilità che venga letta.

Ancora meglio, poi, sarebbe inviare ai tuoi iscritti offerte speciali in base alle loro preferenze. Aggiungi, un po’ come fa Amazon per alcuni annunci o avvisi della sua App, il nome di un prodotto che il tuo visitatore stava cercando nel titolo dell’email che gli spedirai.

Ecco un esempio di come il negozio Shopify si integra con una funzione speciale della suite Sumo per mandare una email ai visitatori basata sul prodotto più visto sul loro sito:

Screenshot showing the "build your email" page on the sumo dashboard

In questo modo non ti serve un software super costoso per tracciare quello che hanno visualizzato i tuoi visitatori nel passato, né impostare decine di mail per ogni prodotto diverso.

Questo è probabilmente il trucco più potente che puoi usare per ottenere più aperture e più conversioni nelle tue campagne email.

3. TESTA GLI EMOJI

Gli Emoji sono quanto più vicino esista ad un linguaggio universale, sono davvero sorprendenti!

Molti software per gestire newsletter permettono di inserire emoji nei titoli delle tue email e questo ti aiuta a farli risaltare in mezzo a mail tutte simili.

Ecco alcuni esempi:

  • Grande sconto all’interno! ?
  • Riempi il tuo Carrello! ? È arrivato il Black Friday
  • ?Sconto 50% all’interno ?

Fai tuttavia attenzione che alcuni emoji non vengono mostrati correttamente in alcuni browser o sistemi operativi. Ecco cosa intendo:[*]

Screenshot showing a comparison between chrome and firefox

Se hai dubbi che possano non funzionare (e fai bene) testali sempre su browser differenti e anche da mobile/smartphone.

Trucco Avanzato: Per trovare e aggiungere emoji alle tue email fai una ricerca su Emojipedia, seleziona l’emoji che vuoi, copialo con Control + C (Command + C su Mac), poi incollalo con Control + Shift + V (Command + Shift + V su Mac).

Usando il tasto “Shift” ti assicura di incollare solo il valore/contenuto e non lo collega in nessun modo alla sorgente.

Direi che per le headline/titoli delle tue email abbiamo detto tutto… ora è il momento di vedere alcuni errori da evitare assolutamente.

I 3 ERRORI PRINCIPALI CHE FANNO I MARKETER MENO ESPERTI QUANDO MANDANO LE EMAIL PER IL BLACK FRIDAY

Tranquillo… ognuno fa errori. Per fortuna c’è sempre qualcun altro che li ha già commessi prima di te, così che può insegnarti ad evitarli. Ecco i tre principali che ho fatto io (o di cui ho sentito parlare):

1. NON MANDARE ABBASTANZA EMAIL

Se decidi di mandare solo una email per il Black Friday stai dicendo addio a un mare di vendite. La gente riceverà in quei giorno un numero MOSTRUOSO di email (e la settimana dopo e quella prima… praticamente sempre).

Questo significa solo una cosa: è facilissimo perdere la tua email.

Per rimediare a questo ti raccomando di mandare almeno 2/3 email il giorno del Black Friday (o del Cyber Monday). Ecco cosa farei io:

  • Email #1: Annuncio della vendita speciale.
  • Email #2: Ricordo la vendita, oppure spingo un prodotto particolare.
  • Email #3: Una o due ore prima della fine mando un ultimo avviso.

Ancora più importante di questo è inviare email di riscaldamento che preparano al grande giorno.

Per esempio, potresti mandare qualcosa di questo tipo…

Titolo: Le Promo del Black Friday stanno arrivando! Ecco cosa devi aspettarti / bolle in pentola

Ciao [nome]!

Sei impaziente anche tu come noi per il Black Friday?

Per celebrare quest'occasione stiamo facendo la più grande offerta di sempre! Iniziando da venerdì metteremo in SCONTO del 40% tutti i nostri prodotti più venduti!

Ricordati che le quantità sono limitate e il primo che arriva si porta via la merce.

Non vuoi perderti nulla? Clicca qui per accedere alla nostra lista speciale per il Black Friday ed essere avvertito per primo quando inizieranno le vendite (e quando la merce starà per finire).

Fino a quel momento ti auguro una splendida giornata!

Saluti

Questo tipo di email raggiunge alcuni obiettivi.

Primo: riveli quali saranno le tue offerte ed ecciti i tuoi clienti.

Secondo: pianti semi di scarsità nella gente per comprare il più rapidamente possibile.

Terzo: crei un piccolo gruppo di gente che vuole essere cliente dicendogli di iscriversi a una lista speciale.

Vediamo il prossimo errore!

2. NON SI LEGGONO BENE DA MOBILE

Sapevi che, secondo un’indagine di Adobe, nel Black Friday del 2017 il 47.4% delle visite e il 33.1% delle vendite sono state effettuate da un dispositivo mobile?[*]

Se le tue email (ma anche il tuo sito web) non sono ottimizzati per smartphone e table… stai buttando al vento una marea di vendite potenziali.

La soluzione?

È molto semplice e non costa nulla.

Da un lato puoi testare come viene mostrato il tuo sito da strumenti come il test Google’s Mobile-Friendly… ma il modo migliore resta sempre quello di guardare le tue email e fare un acquisto di prova dal tuo smartphone; anzi, meglio con almeno due, un Apple e un Android.

Facendo in questo modo, soprattutto seguendo il processo dall’inizio alla fine, è il sistema migliore per capire realmente quanto è facile o difficile da usare il tuo sito o leggere le tue email.

Quindi fallo subito e poi passa all’errore finale.

3. NON PERSONALIZZARE LE EMAIL

L’ho già detto nella sezione sui titoli/oggetti quanto è importante la personalizzazione. Lo è talmente tanto che la menziono di nuovo.

Rendi personali le tue email!

Ascolta… lo so… può essere una palla, difficile, può anche costarti un po’ ma, se per esempio usi Shopify e lo strumento di Sumo Convert Window Shoppers Shortcut puoi fare il setup una volta e poi fare in modo che il sistema mandi email personalizzate basate sui prodotti preferiti dai tuoi visitatori.

E se non hai un ecommerce ma solo un blog e una newsletter?

Nessun problema: sfrutta la segmentazione e i tag all’interno delle tue mailing list (ormai quasi tutti i software di email marketing hanno questa funzionalità) per mandare email speciali che tengono conto delle preferenze dei tuoi iscritti.

VUOI I MIEI MODELLI EMAIL PER IL BLACK-FRIDAY PRONTI ALL’USO?

Dopo aver letto questo articolo sai già tutto quello che ti serve per lanciare una campagna email di successo per il prossimo Black Friday o Cyber Monday. Tocca a te trasformare questa conoscenza in azione.

Per aiutarti ho creato tre modelli di email per il Black Friday che puoi copiare e incollare nel tuo software di email marketing preferito.

Scarica i Template per il Black Friday

Anche quest’anno il Black Friday si preannuncia un ENOOORME opportunità! Sfrutta al massimo le tue email per massimizzare i tuoi guadagni.

 

(Questo articolo è stato tradotto e adattato da un post di Sumo.com).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi contattarmi così

Social Media

Domande?